IndicePORTALECalendarioCercaRegistratiAccediWeb Site

Condividi | 
 

 Intervista: Burgess - "Ecco perché ho seguito Rossi alla Ducati"

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Cecca
"The Moderator"
avatar

Messaggi : 2652
Data d'iscrizione : 13.03.10
Età : 39
Località : Forlì

MessaggioTitolo: Intervista: Burgess - "Ecco perché ho seguito Rossi alla Ducati"   Mer Ott 27 2010, 10:21

Dopo la certezza di Rossi in Ducati, a tenere con il fiato sospeso i tifosi di Valentino è stato Jeremy Burgess che ha riflettuto a lungo prima di decidere se seguirlo. Ecco le sue considerazioni sul cambio di box


«Ovviamente siamo stati molto felici qui, ma ho scelto di seguire un'altra direzione. È di sicuro meglio che rimanere qui e dover aiutare Ben (Spies. Ndr) o qualcun altro nel team Yamaha - ha detto Jeremy Burgess alla rivista Sport Rider -. Sarà una grande sfida e dopo 31 anni trascorsi con marchi giapponesi, è una grande opportunità per me. Lavorare con Valentino è molto speciale».

Burgess non vede l'ora di vestire in rosso per studiare da vicino la Desmo16 e avere i primi riscontri.
«Da quello che ho osservato, Ducati non è molto lontana dalle altre case: ad Aragona hanno siglato un doppio podio negli anni passati Nicky Hayden è stato quarto, e poi Casey Stoner, ha vinto diverse gare. Si comincerà con una base molto buona, a mio parere molto meglio di quello che abbiamo trovato al nostro arrivo in Yamaha nel 2004. Valentino non cercherà di fare una Yamaha, sarà una Ducati. In passato, è riuscito a fare questo tipo di passaggio da Honda a Yamaha».

«So che Valentino si sente al telefono regolarmente, se non tutte le notti - afferma Jeremy Burgess - e sono sicuro che Filippo Preziosi lo ascolta volentieri. Arrivando ho detto alla Yamaha: "Non riesco a impostare la tua moto, ma se si ascolta Valentino Rossi, allora ci si riuscirà in anticipo. Se lo si ignora lo fate a vostro rischio e pericolo". E la stessa cosa con la Ducati».


Fonte
Moto.it


27/10/2010

_________________

L'amore è più grande se la tua compagna non è perfetta
Cecca E.T.P.R. "The Moderator"
L'Ente è FurEnte
Torna in alto Andare in basso
https://www.facebook.com/#!/profile.php?id=727994496
Cecca
"The Moderator"
avatar

Messaggi : 2652
Data d'iscrizione : 13.03.10
Età : 39
Località : Forlì

MessaggioTitolo: Re: Intervista: Burgess - "Ecco perché ho seguito Rossi alla Ducati"   Mer Ott 27 2010, 10:22

La Nostra Signora dei Miracoli stà arrivando... tutti in fila per essere toccati dalle sue mani fatate lol!


_________________

L'amore è più grande se la tua compagna non è perfetta
Cecca E.T.P.R. "The Moderator"
L'Ente è FurEnte
Torna in alto Andare in basso
https://www.facebook.com/#!/profile.php?id=727994496
jonnyboy
Tourer
avatar

Messaggi : 104
Data d'iscrizione : 22.03.10
Località : imola

MessaggioTitolo: Re: Intervista: Burgess - "Ecco perché ho seguito Rossi alla Ducati"   Mer Ott 27 2010, 10:28

E speriamo in bene.... poi va a finire che se non si combina nulla a vittorie o mondiale sarà solo colpa della ducati, perchè vr46 insieme aburgess vincerebbe anche con un'apecar...e il patriottismo verso l'italica moto andrà a farsi benedire, speriamo dalla madonna dei miracoli...
io dico comunque Ducati Rulez
Torna in alto Andare in basso
landrenesen
Principe dei tornanti
avatar

Messaggi : 910
Data d'iscrizione : 22.04.10
Età : 52
Località : Imola

MessaggioTitolo: Re: Intervista: Burgess - "Ecco perché ho seguito Rossi alla Ducati"   Ven Gen 07 2011, 00:07

Eh! qui si torna a vecchi discorsi.
Il Sig. Burgess dice una grande verità! non perchè VR sia una Madonnina dalle mani fatate ma per il fatto che sa esprimersi al meglio su quello che gli serve dalla moto per sentirsi confidente ed andare forte. Aggiungo anche quello che per me non è solo un particolare ed è che le sue indicazioni si rivelano corrette anche per altri piloti.
Sicuramente Ducati sa fare moto eccezionali (non fosse così non staremmo tutti qua) ma bisogna tener conto che nello specifico della MotoGP non è mai riuscita a trovare un pilota che gli desse indicazioni valide non solo per dare feeling allo stesso ma che questo feeling si traducesse in tempi sul giro da primato mondiale.
A parte la parentesi felice del 2007 quando Ducati riuscì per prima ad interpretare il motore 800 cc e le gomme Bridgeston cominciarono a funzionare. (contemporaneamente le Michelin misero KO Valentino R. e la Yamaha ben 2 volte.
Oggi abbiamo nuovi players velocissimi ma sono certo che VR e Burgess sapranno dare una direzione certa di lavoro agli ingegneri che tireranno fuori un missile terra-aria.
Torna in alto Andare in basso
http://www.sins-store.com
Cecca
"The Moderator"
avatar

Messaggi : 2652
Data d'iscrizione : 13.03.10
Età : 39
Località : Forlì

MessaggioTitolo: Re: Intervista: Burgess - "Ecco perché ho seguito Rossi alla Ducati"   Sab Gen 08 2011, 08:11

landrenesen ha scritto:

Sicuramente Ducati sa fare moto eccezionali (non fosse così non staremmo tutti qua) ma bisogna tener conto che nello specifico della MotoGP non è mai riuscita a trovare un pilota che gli desse indicazioni valide non solo per dare feeling allo stesso ma che questo feeling si traducesse in tempi sul giro da primato mondiale.

Bhè il discorso può essere relativo... nessuno di noi sà esattamente come vanno le cose in fase di sviluppo e quanto bravo è realmente un pilota in assoluto....

Certo Rossi si sa che sà mettere a posto la moto come nessun altro e dare indicazioni sulla strada da seguire come nessuno prima di lui... ma si sa anche che se la moto nn è come la vuole lui nn è che ti fà mezzo secondo in meno della concorrenza....
Di Stoner si sa e si è visto che sà sfruttare le moto come nessuno, siano queste Ciao, Lambrette o Desmo16...
Quindi un azienda relativamente piccola come Ducati, se già sa che il suo pilota di punta riesce a dargli col polso mezzo secondo di suo, ad un progetto magari nn perfetto.... dite che ci investa molto in periodi di crisi per migliorare la situazione anche di tutti gli altri piloti che guidano una moto uguale?
Nn saprei, si instaurano troppe ipotesi e discorsi da bar... di certo Ducati mai prima ha investito tanto in preparazione pre campionato per poter dare al suo pilota di punta la moto che desidera....
Di certo Ducati prima nn aveva neanche il ritorno di immagine e di cash che Rossi gli può dare ora, e permettersi di spendere di più in ricerca e sviluppo...

Staremo a vedere, di certo l'unica cosa positiva è avere Rossi in casa nel 2012 quando si passerà alle 1000, probabilmente questo sarà un grosso vantaggio per una casa come Ducati che già di per sè riesce ad interpretare al meglio i nuovi regolamenti ed ad osare subito fino ai propi limiti.


_________________

L'amore è più grande se la tua compagna non è perfetta
Cecca E.T.P.R. "The Moderator"
L'Ente è FurEnte
Torna in alto Andare in basso
https://www.facebook.com/#!/profile.php?id=727994496
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Intervista: Burgess - "Ecco perché ho seguito Rossi alla Ducati"   

Torna in alto Andare in basso
 
Intervista: Burgess - "Ecco perché ho seguito Rossi alla Ducati"
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Ecco perchè i bambini africani non piangono
» puntini rossi intorno alla bocca
» inserimento foto (chiuso perchè doppio)
» Perchè i capi
» Topo perchè hai deciso di adottare?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Ente Tutela Pomponi Romagnoli :: Quello che ruota intorno all'Ente Tutela Pomponi Romagnoli :: DESMOndo-
Vai verso: