IndicePORTALECalendarioCercaRegistratiAccediWeb Site

Condividi | 
 

 MotoGP: Round 10 - Red Bull U.S. Grand Prix

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Cecca
"The Moderator"
avatar

Messaggi : 2652
Data d'iscrizione : 13.03.10
Età : 39
Località : Forlì

MessaggioTitolo: MotoGP: Round 10 - Red Bull U.S. Grand Prix   Dom Lug 24 2011, 08:40

Casey è il favorito, ma Lorenzo sarà un osso duro




Questo weekend la MotoGP è in pista a Laguna Seca, per decima prova stagionale. Tutti gli occhi sono puntati su Casey Stoner, che dopo due terzi punta alla vittoria, che gli manca dal GP di Gran Bretagna. E stando alle statistiche degli ultimi 4 anni, è proprio l’australiano della Honda il favorito alla vittoria. Nel 2010 arrivò secondo dietro a Lorenzo, mentre chiuse quarto nel 2009, secondo nel 2008 e primo nel 2007.

Da tenere d’occhio anche il campione del mondo Jorge Lorenzo. Il pilota della Yamaha vinse lo scorso anno, ma cadde nel 2009, ma arriva negli Stati Uniti carico dalla vittoria del Mugello e dal secondo posto del Sachsenring. Inoltre, Jorge, deve cercare di ricucire il distacco da Stoner e per questo motivo sarà sicuramente aggressivo, anche se la pista californiana, nel 2009, non gli è stata troppo amica.

Pedrosa sarà un osso duro (Dani ha vinto a Laguna nel 2009), ma il tracciato californiano potrebbe mettere a dura prova la resistenza fisica dell’acciaccato pilota HRC. Bisognerà poi vedere cosa riuscirà a combinare Valentino Rossi. Il Dottore, il venerdì, proverà sia la GP11 sia la GP11.1, per vedere quale delle due moto è la più efficace. C’è poi da dire che Rossi, ha vinto solo una volta a laguna Seca, precedendo Stoner nel 2008.

Diversi poi gli outsider, a cominciare dagli americani Nicky Hayden e Ben Spies. Dovizioso, invece, è arrivato quarto due volte (2010 e 2008) e punta al podio, così come Simoncelli, caduto lo scorso anno, nella sua gara di esordio sul tracciato del Cavatappi.


La programmazione televisiva del GP di Laguna Seca sarà decisamente povera, dato che sia la 125 che la Moto2 non correranno sul circuito americano. Ovviamente, trattandosi di una gara oltreaoceano, il fuso orario ci farà vedere la diretta in tarda serata, l’ideale per radunare amici e parenti attorno ad una birra ghiacciata e una TV per una delle più spettacolari gare del calendario.

Laguna è sempre un’incognita. Le caratteristiche della pista rendono la lotta per la vittoria spesso imprevedibile e il ritorno in forma di Dani Pedrosa ha aggiunto nuovamente un contendente alla partita. Lorenzo, Stoner e il già citato pilota Honda saranno di sicuro li davanti, ma non possiamo trascurare Dovi, Simoncelli e soprattutto Ben Spies, finalmente alla gara di casa e deciso a fare il suo miglior risultato dell’anno qui. Rossi porterà entrambe le versioni della Desmosedici in pista, ma difficilmente sarà nella top5. Ecco lo schedule del weekend e la programmazione su Italia1:

Venerdì
19:10 - 19:55 MotoGP Prove Libere 1
23:10 - 23:55 MotoGP Prove Libere 2 Sintesi all’1.00 su Italia1

Sabato

19:10 - 19:55 MotoGP Prove Libere 3
22:55 - 23:55 MotoGP Qualifiche in Diretta su Italia1

Domenica
18:40 - 19:00 MotoGP Warm Up
23:00 MotoGP Gara in Diretta su Italia1

_________________

L'amore è più grande se la tua compagna non è perfetta
Cecca E.T.P.R. "The Moderator"
L'Ente è FurEnte
Torna in alto Andare in basso
https://www.facebook.com/#!/profile.php?id=727994496
Cecca
"The Moderator"
avatar

Messaggi : 2652
Data d'iscrizione : 13.03.10
Età : 39
Località : Forlì

MessaggioTitolo: Re: MotoGP: Round 10 - Red Bull U.S. Grand Prix   Dom Lug 24 2011, 08:44

E' salito in moto zoppicando per le conseguenze della caduta avvenuta nelle libere di oggi, ma Jorge Lorenzo ha confermato ancora una volta di attraversare un grande momento di convinzione mentale, conquistando una favolosa pole position a Laguna Seca.

Ad essere impressionante non è tanto il suo 1'21"202, quanto la facilità con cui il pilota della Yamaha è capace di ripetere delle prestazioni di questo tipo, nonostante l'anca e la coscia destra fossero ancora piuttosto doloranti per la caduta di stamani.

All'ultimo giro ha provato a rispondergli Casey Stoner, ma l'australiano della Honda questa volta si è dovuto accontentare del secondo tempo, anche se ad appena 72 millesimi dallo spagnolo. Va detto però che alla fine Casey avrà tirato un sospiro di sollievo visto che fino a pochi istanti dalla fine si ritrovava addirittura in seconda fila.

A completare la prima fila c'è poi Dani Pedrosa, che continua a pagare qualcosa nel confronto con i primi due soprattutto nel terzo settore, che è quello del Cavatappi. "Camomillo" comunque sembra avere il passo per stare con Lorenzo e Stoner.

Una caduta è costata invece la possibilità di lottare per la prima fila a Ben Spies: l'americano era secondo, alle spalle del compagno di squadra, ma poi non ha avuto occasione di migliorarsi perchè è scivolato nei minuti conclusivi della sessione. A dividere la seconda gila con lui ci saranno le due Honda di Marco Simoncelli ed Andrea Dovizioso, che qui sembrano avere qualcosa in meno rispetto ai primi tre.

In crescita Valentino Rossi, che proprio all'ultimo giro è riuscito a trovare un miglioramento importante, portando la sua Desmosedici GP11.1 al settimo posto, anche se staccata di un secondo dalla pole. Rispetto alle ultime qualifiche però è già un passo avanti vederlo tornare ad essere il migliore dei piloti Ducati.

Buona anche la prova di Hector Barbera, che si è fermato ad appena 3 millesimi da Rossi. Nicky Hayden, autore anche di una scivolata, completa poi una terza fila tutta ducatista. Restando in tema Ducati bisogna poi segnalare il brutto incidente di Randy De Puniet, che al momento si trova al centro medico per accertamenti: purtroppo si teme una frattura alla schiena.



_________________

L'amore è più grande se la tua compagna non è perfetta
Cecca E.T.P.R. "The Moderator"
L'Ente è FurEnte
Torna in alto Andare in basso
https://www.facebook.com/#!/profile.php?id=727994496
Cecca
"The Moderator"
avatar

Messaggi : 2652
Data d'iscrizione : 13.03.10
Età : 39
Località : Forlì

MessaggioTitolo: Re: MotoGP: Round 10 - Red Bull U.S. Grand Prix   Dom Lug 24 2011, 08:47

Speriamo bene, magari con il fatto che sia tornato Burgess stanno migliorando le cose....

1 secondo dal primo è sempre meglio di 1secondo e mezzo...

Anche se di passi in avanti la Gp11.1 nn ne vuole sapere di farne... come del resto la Gp11 di Hayden, che va uguale alla Gp10 di Barberà...

Ma questa volta almeno la Suzuki è lontana lol!

_________________

L'amore è più grande se la tua compagna non è perfetta
Cecca E.T.P.R. "The Moderator"
L'Ente è FurEnte
Torna in alto Andare in basso
https://www.facebook.com/#!/profile.php?id=727994496
sconvolto
Smanettone
avatar

Messaggi : 1170
Data d'iscrizione : 30.10.08
Età : 46
Località : Faenza (RA)

MessaggioTitolo: Re: MotoGP: Round 10 - Red Bull U.S. Grand Prix   Dom Lug 24 2011, 09:42

Già Burgess... certo che rossi (scritto volutamente con la erre minuscola) se la poteva risparmiare la dichiarazione che se non ci fosse stato lui si sarebbe qualificato nuovamente tredicesimo... un bel affronto ai tecnici e ingenieri Ducati... considerando poi che Burgess era quello che la doveva sistemare in 17 secondi era meglio se stava zitto almeno Evil or Very Mad

_________________
Torna in alto Andare in basso
http://www.gigilandia.com
landrenesen
Principe dei tornanti
avatar

Messaggi : 910
Data d'iscrizione : 22.04.10
Età : 52
Località : Imola

MessaggioTitolo: Re: MotoGP: Round 10 - Red Bull U.S. Grand Prix   Dom Lug 24 2011, 14:02

sconvolto ha scritto:
Già Burgess... certo che rossi (scritto volutamente con la erre minuscola) se la poteva risparmiare la dichiarazione che se non ci fosse stato lui si sarebbe qualificato nuovamente tredicesimo... un bel affronto ai tecnici e ingenieri Ducati... considerando poi che Burgess era quello che la doveva sistemare in 17 secondi era meglio se stava zitto almeno Evil or Very Mad
Un vero campione di buon gusto ultimamente il rossi
Torna in alto Andare in basso
http://www.sins-store.com
Kris01
Tourer
avatar

Messaggi : 348
Data d'iscrizione : 15.08.10
Età : 40
Località : Faenza

MessaggioTitolo: Re: MotoGP: Round 10 - Red Bull U.S. Grand Prix   Lun Lug 25 2011, 00:45

Commenti e voti sulla gara odierna a cura di MrHelmet:


Lorenzo, Pedrosa, Stoner poi Dovizioso che attacca Simoncelli e Rossi subito dopo.
Lorenzo dopo 3 curve ha già un secondo mentre Spies attacca Rossi, ma senza esito. Il texano ne ha, il pesarese deve rintuzzare e sembra dura.

Giro 3 e Lorenzo ha dei metri ma Pedrosa fa il giro veloce. Spies intanto scavalca Rossi in staccata. Perentorio.

Mentre Crutchlow va fuori Stoner fa il giro più veloce... parecchio lontano invece, Bostrom, al di la delle aspettative e dei desideri.

Il campione in carica è ormai preso da Pedrosa ma arriva anche Stoner. Gruppo ricompattato già al sesto giro mentre va nelle sabbie Simoncelli.
Dovizioso quarto, quindi, poi Spies e Rossi. Da notare che Dovizioso gira un secondo più veloce di Rossi e mezzo secondo più veloce di Spies.

23 giri ancora da fare e un'occhiata nel retrobottega rivela che Bautista ha preso le due Ducati e le vuole.
Stoner intanto cede terreno e fa tanta fatica. Da vedere se è un momento oppure è il tema della sua gara.

Meno 20 e Lorenzo cerca la fuga ma trova un Pedrosa agguerrito: l'omino Honda recupera dei decimi.

Come non detto Bautista va fuori e i commissari lo spingono... ma lo spingono storto mentre il ritmo di Pedrosa che rosicchia millesimi al connazionale campione del mondo, cresce.

Lorenzo riguadagna a meno 16 (o è Pedrosa che perde) mentre Stoner recupera non poco, e il giro dopo passa al cavatappi per buttarsi all'inseguimento di Lorenzo, con tanto di giro veloce.

A meno 13 si concretizza la resa del Dovi che è quarto con Spies in avvicinamento mentre dopo l'americano, due Ducati diverse girano con gli stessi tempi e stanno insieme, enigma.

Meno 9 e Lorenzo al cavatappi fila via ma Stoner gli è comunque sulla schiena... i due girano uguale, resta da capire dove proverà a passare l'australiano.

A meno 6 Stoner passa all'esterno in fondo al rettilineo...roba da road racer, pulito, regolare, da cardiologia.

Meno 4 e Lorenzo si arrende, in pratica, mentre Spies prende ufficialmente il Dovi e il sorpasso è quasi pronto.

Meno 2 e Spies passa come previsto... mentre davanti Stoner porta a casa la vittoria con violenza.


Stoner
E' un grande chef, nel senso che lascia Lorenzo in autocottura e poi lo passa.
C'è da dire che se è forse giusto ipotizzare che sia lo spagnolo a crollare, l'australiano lo passa in un momento in cui è ancora vivo e vegeto, con un altro sorpasso che rimarrà storico a laguna, con l'aggiunta di essere fatto in pista e non fuori.
Voto 10

Lorenzo
Quando scende dalla moto cammina come il suo personaggio dell'uomo sulla luna ma è perché è mezzo rotto. In moto però non si vede e fino al cedimento, guida da maestro Jedi.
Poi, come al solito, la realtà ha la meglio, ma lui non ha nulla di cui rimproverarsi.
Voto 9,5

Pedrosa
Tutti lo danno come anti-Lorenzo, e invece sta a guardare.
Questo dicono i numeri. La gara invece dice che lo spagnolino è andato forte comunque, anche lui. E che anche lui è parecchio penalizzato dalla sua tenuta fisica. Per il campionato non si sa, forse è tardi, ma qualche bella zampata la vedremo ancora.
Voto 9

Spies
A casa sua ha una iniezione di orgoglio patriottico che, con una Yamaha al top, diventa una miscela letale per Dovizioso, ma solo per lui.
Il texano fa tantissimo ma può fare di più.
Voto 8,5

Dovizioso
E' il più forte degli italiani. Dura da mandar giù per certi amanti dei funamboli inconcludenti e per i nostalgici, ma il forlivese è il meglio che abbiamo, al momento. La classifica parla chiaro. Dovizioso c'è.
Voto 8

Rossi
Mai della partita è minacciato anche da Bautista che però, fortunatamente per lui e per il suo compagno, va lungo.
A fine gara la sua moto inizia a girare molto bene, quasi al livello dei primi, che però hanno mollato. Incoraggiante comunque, sotto certi aspetti. Che il dottore inizia a vedere la cura? Solo che per ora sembra ripetersi come un mantra: sono la prima Ducati. Non sembra una grande ambizione.
Voto 6


Hayden
Alla fine fa come il suo caposquadra, o quasi, con la moto dell'anno scorso, forse spinto dal patriottismo .
Inoltre, se fossi un tifoso, potrei avere l'impressione che Hayden sia come un po' ehm "frenato", dietro alle "necessità" del suo compagno. Però non sono un tifoso... e quindi questa impressione non ce l'ho.
Voto 6

Edwards
Vince l'ennesimo duello interno con Crutchlow e questo è quello che sembra bastargli. Regolarmente nei dieci, fa quello che si chiede ad uno che guida la moto clienti. Portarla al traguardo. Peccato che tutto ciò sia noioso.
Voto 7

Barbera
Ecco un altro che ha capito il trucco. Accontentarsi vuol dire arrivare in top ten, senza grossi sforzi. Lo avete visto voi? Eppure è 9°.
Voto 6,5

Aoyama
Il giapponese porta una Honda San Carlo al traguardo in un periodo nel quale sembra quasi impossibile. Soprattutto perché non è quella ufficiale; merita la sufficienza solo per questo.
Voto 6,5


Honda
Ecco la scarpetta che calza perfettamente al piedino di tutte le principesse.
Poi alcuni vanno forte, altri meno. Ma Honda non è mai veramente in crisi, quest'anno.

Yamaha
A Laguna è a posto, quella di Lorenzo più di tutte, altre meno. Yamaha è però l'unica alternativa alla Honda, a patto che la guidi il campione del mondo.

Ducati
Alla fine le Ducati danno segni di ripresa. Ma il tempo e le gare passano e il podio è sempre lontano. La cosa che però preoccupa di più è che vecchia e nuova vanno uguali. Ed entrambe vanno quasi come la Suzuki.

Suzuki
Peccato che sia solo una perché il lavoro si inizia a vedere.
Lavoro che consiste nel disturbare le Ducati ufficiali in crisi a meno di stendersi per la foga dell'unico pilota. Quindi non realmente giudicabile.


Spettacolo
Tanto anche oggi. Non la valanga di sorpassi che c'è in altre categorie, ma qualcosa di comunque raffinato.
E in più la regia internazionale ha capito che è sufficiente fermarsi davanti e dove si combatte. Senza indugiare troppo in basette, retrovie, e gente che torna ai box a piedi.

Misterhelmet Gianluigi Ragno
Torna in alto Andare in basso
Cecca
"The Moderator"
avatar

Messaggi : 2652
Data d'iscrizione : 13.03.10
Età : 39
Località : Forlì

MessaggioTitolo: Re: MotoGP: Round 10 - Red Bull U.S. Grand Prix   Lun Lug 25 2011, 10:31

Kris01 ha scritto:


Ducati
Alla fine le Ducati danno segni di ripresa. Ma il tempo e le gare passano e il podio è sempre lontano. La cosa che però preoccupa di più è che vecchia e nuova vanno uguali. Ed entrambe vanno quasi come la Suzuki.


Grandissima verità....

Come è anche vero questo dato innegabile

Giro veloce: 2010 Casey STONER 1′21.376 159,7 Km/h
Giro veloce: 2011 Casey STONER 1′21.673 159,1 Km/h

_________________

L'amore è più grande se la tua compagna non è perfetta
Cecca E.T.P.R. "The Moderator"
L'Ente è FurEnte
Torna in alto Andare in basso
https://www.facebook.com/#!/profile.php?id=727994496
landrenesen
Principe dei tornanti
avatar

Messaggi : 910
Data d'iscrizione : 22.04.10
Età : 52
Località : Imola

MessaggioTitolo: Re: MotoGP: Round 10 - Red Bull U.S. Grand Prix   Lun Lug 25 2011, 20:05

scratch Question
Torna in alto Andare in basso
http://www.sins-store.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: MotoGP: Round 10 - Red Bull U.S. Grand Prix   

Torna in alto Andare in basso
 
MotoGP: Round 10 - Red Bull U.S. Grand Prix
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Velázquez alla conquista di Parigi; Grand Palais; 25 marzo - 13 luglio 2015
» Vienna Acoustics Bach Grand
» Vienna Acoustics HAYDN Grand S.E
» Anteprima Vienna Mozart Grand Symphony Edition
» Ampli per Beethoven Baby Grand

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Ente Tutela Pomponi Romagnoli :: Quello che ruota intorno all'Ente Tutela Pomponi Romagnoli :: Corse-
Vai verso: