IndicePORTALECalendarioCercaRegistratiAccediWeb Site

Condividere | 
 

 MotoGP: Round 11 - Cardion ab Grand Prix Ceské republiky

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Cecca
"The Moderator"
avatar

Messaggi : 2652
Data d'iscrizione : 13.03.10
Età : 39
Località : Forlì

MessaggioTitolo: MotoGP: Round 11 - Cardion ab Grand Prix Ceské republiky   Ven Ago 12 2011, 10:27

Stoner pronto a difendere la leadership a Brno
Dovizioso e Pedrosa invece puntano a lottare per il successo di tappa




I tre piloti Repsol Honda, Dani Pedrosa, Andrea Dovizioso e Casey Stoner, si sono concessi un periodo di riposo con le rispettive famiglie e gli amici dopo un estenuante fase di Campionato con sei gare in appena otto settimane. A Brno, nel fine settimana, sperano di continuare quanto lasciato in sospeso nel precedente appuntamento di Laguna Seca, dove hanno fatto registrare l'ennesimo doppio podio.

Casey Stoner ha vissuto fortune alterne sul circuito ceco, con un podio in 250 (nel 2005), una vittoria nella massima categoria (nel 2007), e un terzo posto nella gara dello scorso anno. Dopo la bella gara di Laguna, l'australiano arriva in Repubblica Ceca motivato e voglioso di conquistare il sesto trionfo stagionale.

Il miglior risultato di Andrea Dovizioso sul tracciato di Brno è stato il secondo gradino del podio (in 250 nel 2006 e nel 2007, mentre in 125 nel 2004), e proprio da questo spera di trovare la giusta ispirazione per chiudere in top3 per la prima volta nella classe regina.

Dani Pedrosa ha sempre ottenuto buoni risultati in passato sulla pista ceca, vincendo sia in 125 (nel 2003) che in 250 (nel 2005), con tre podi nelle cinque gare disputate in MotoGP. Il pilota spagnolo proverà a mettere le mani sulla vittoria che qui ancora gli sfugge nella massima categoria.

Dopo la gara di questo fine settimana, il team Repsol Honda si concentrerà sulla giornata di test in programma sul circuito di Brno, dove avrà l'opportunità di proseguire lo sviluppo del prototipo 1000 del 2012.

Casey Stoner: “Ci volevano decisamente queste due settimane di pausa. Dopo la bella gara di Laguna abbiamo deciso di rimanere in California per far visita a degli amici e fare qualche seduta di allenamento. Ora mi sento rilassato e pronto per la seconda metà della stagione. Non vedo l’ora di correre a Brno, un circuito che mi è sempre piaciuto e dove, considerati i risultati ottenuti in passato, spero in una buona gara. Quest’anno la Honda si è rivelata competitiva su tutti i circuiti e sono sicuro che non sarà da meno in Repubblica Ceca. Il layout della pista, molto veloce e scorrevole, nelle passate stagioni ha favorito la Yamaha e a tutto ciò va aggiunta la bravura di Lorenzo. Lavoreremo per correggere alcuni problemi che abbiamo notato nelle curve veloci. Scendiamo in pista per la vittoria o, nel peggiore dei casi, per un buon risultato che ci dia punti preziosi in ottica Campionato”.

Andrea Dovizioso: “Ho trascorso la pausa estiva con la famiglia e gli amici al mare in Sardegna. Al mattino presto mi allenavo, e nella parte restante della giornata stavo con la piccola Sara. È stata l’occasione perfetta per rilassarsi e staccare la spina: adesso sono pronto per affrontare la seconda parte della stagione. Arriviamo a Brno molto motivati e desiderosi di riscattare il risultato deludente di Laguna. Brno è un circuito veloce, con molte curve a lungo raggio dove nella parte centrale la velocità è alta. La RC212V gira bene su questa pista e anche il mio stile di guida si adatta bene. So che Casey, Dani e Lorenzo saranno avversari tosti, ma sono convinto di potermela giocare con loro per un posto sul podio”.

Dani Pedrosa: “Queste due settimane e mezzo sono volate: ci volevano proprio. Ne ho approfittato per riposare e per staccare la spina continuando comunque ad allenarmi per recuperare la piena forma fisica. Tornato da Laguna mi sono concesso alcuni giorni di relax totale per rilassare il collo, le braccia e la schiena. Adesso non vedo l’ora di tornare in sella alla moto e di correre i restanti appuntamenti della stagione. Quest’anno la moto sta facendo bene il suo lavoro, e spero quindi di ottenere buoni risultati in questa seconda metà di Campionato che ci aspetta. Il circuito di Brno mi è sempre piaciuto, ho vinto sia in 125 che in 250 e ho collezionato podi in MotoGP che mi danno ulteriori motivazioni nella lotta per la vittoria. Aspetto con impazienza la giornata di test perché, avendo saltato la sessione di Jerez, sono molto curioso di vedere come si comporta il nuovo prototipo”.


Fonte
Omnicorse.it


_________________

L'amore è più grande se la tua compagna non è perfetta
Cecca E.T.P.R. "The Moderator"
L'Ente è FurEnte


Ultima modifica di Cecca il Lun Ago 22 2011, 11:25, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/#!/profile.php?id=727994496
Cecca
"The Moderator"
avatar

Messaggi : 2652
Data d'iscrizione : 13.03.10
Età : 39
Località : Forlì

MessaggioTitolo: Re: MotoGP: Round 11 - Cardion ab Grand Prix Ceské republiky   Sab Ago 13 2011, 17:28


MotoGP 2011, Brno, Qualifiche: Pedrosa in pole

Seguono Lorenzo, Stoner e Spies. Rossi è sesto





Questa mattina sotto la pioggia non era riuscito a brillare particolarmente, ma quando l'asfalto di Brno si è asciugato Dani Pedrosa è tornato ad essere il martello di ieri ed ha centrato una fantastica pole position. Proprio sotto alla bandiera a scacchi, "Camomillo" ha sfoderato un tempo di 1'56"591 con cui è riuscito a staccare di poco più di un decimo il connazionale Jorge Lorenzo. Il campione del mondo in carica sembra aver finalmente trovato il giusto bilanciamento per la sua M1 ed ha lottato per la pole fino alla fine, anche se poi non ha saputo ripetere il grande parziale messo a segno da Pedrosa nel T4.

La prima fila è poi completata da Casey Stonerr, che al momento sembra avere qualcosina in meno rispetto ai primi due, soprattutto rispetto al passo di Lorenzo. Nel finale comunque l'australiano è riuscito a ridurre il gap dalla pole ad appena un paio di decimi di secondo.
Nonostante i problemi al braccio, Ben Spies è riuscito a conquistare il quarto tempo, a riprova dei passi avanti fatti in casa Yamaha rispetto a ieri. Dietro di lui poi c'è un terzetto tutto di piloti italiani composto da Marco Simoncelli, Valentino Rossi e Andrea Dovizioso.

Se per i due portacolori di casa Honda la situazione è tutt'altro che rosea, visti i distacchi che si sono visti rifilare dai colleghi di casa HRC, il discorso è completamente diverso per il ducatista: Rossi è in seconda fila per la prima volta in questa stagione ed ha ridotto ulteriormente il distacco dai primi, portandolo a sette decimi.

Certo, parliamo ancora di un gap decisamente pesante, ma rispetto alle difficoltà incontrate nelle ultime gare, la sensazione è che finalmente nel box di Borgo Panigale abbiano iniziato a capire come regolare la GP11.1. Da segnalare, infine, le cadute, fortunatamente tutte senza conseguenze, che hanno avuto per protagonisti Cal Crutchlow, Randy De Puniet ed il pilota di casa Karel Abraham.





Fonte
Omnicorse.it

_________________

L'amore è più grande se la tua compagna non è perfetta
Cecca E.T.P.R. "The Moderator"
L'Ente è FurEnte
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/#!/profile.php?id=727994496
Cecca
"The Moderator"
avatar

Messaggi : 2652
Data d'iscrizione : 13.03.10
Età : 39
Località : Forlì

MessaggioTitolo: Re: MotoGP: Round 11 - Cardion ab Grand Prix Ceské republiky   Sab Ago 13 2011, 17:31

Rossi: "Abbiamo fatto dei passi in avanti"
Per la prima volta in seconda fila con la Ducati: di questi tempi, il sesto posto di Valentino Rossi a 776 millesimi dal primo deve essere stimato come un risultato più che soddisfacente





BRNO – Per la prima volta in seconda fila con la Ducati: di questi tempi, il sesto posto di Valentino Rossi a 776 millesimi dal primo deve essere stimato come un risultato più che soddisfacente. Se poi si considera che in gara, da sempre, Rossi va più forte che in prova, ecco che ci sono le possibilità per un GP più che dignitoso. Per contro, l’analisi dettagliata del cronologico dimostra che, come era già successo ieri, il miglior tempo di Rossi coincide con il suo tempo ideale – ovvero, in quel giro Valentino ha fatto il suo miglior crono in ciascuno dei quattro settori nei quali è divisa la pista –, mentre il suo passo è il più lento tra i primi sette piloti dello schieramento.
“Sono abbastanza contento, perché è andata piuttosto bene. Per carità, niente di trascendentale, ma abbiamo fatto dei passi in avanti sia con il bagnato (terzo nelle libere del mattino, nda) sia con l’asciutto. Abbiamo modificato la parte anteriore della moto e la posizione di guida: ho più feeling con la gomma davanti, posso frenare forte ed entrare bene in curva. Insomma, mi piace di più guidare. Il sesto tempo è il miglior risultato con la Ducati in prova e, inoltre, sono a sette decimi dalla pole su una pista lunga (5.403 metri, nda): un risultato che fa ben sperare per la gara e per i prossimi GP. All’inizio la pista era molto scivolosa, poi è migliorata e noi abbiamo fatto un passo in avanti: sono vicino a Dovizioso, Simoncelli e Spies, l’obiettivo è stare con loro”.

A Barcellona avevi ottenuto un buon risultato, poi avete deciso di passare alla GP11.1: non è stato un errore?
“All’inizio della stagione abbiamo fatto delle gare abbastanza positive in Portogallo, Francia e Barcellona, dove sono arrivato più vicino ai primi. Poi è arrivato il terribile fine settimana di Silverstone: quel GP ha accelerato la voglia di accelerare il debutto della moto nuova, che ci ha fatto perdere un po’ di tempo e un paio di gare. Sotto questo aspetto è stato sbagliato non continuare con la GP11, per contro adesso abbiamo fissato alcuni problemi e abbiamo potuto lavorare anche in prospettiva 2012. Con la GP11.1 manca un po’ di grip sul posteriore, su questa pista non sono troppo veloce nei cambi di direzione, prendo sei decimi nei primi due settori e solo uno negli altri due, ma nel complesso adesso riesco a guidare meglio”.

In una intervista a un giornale spagnolo hai detto che, se avessi provato prima la Ducati, forse non avresti firmato il contratto.
“E’ inutile negare che speravo di fare meno fatica e di essere più competitivi e quando ho provato la moto a Valencia ho capito che non sarebbe stato facile. Per questo ho detto che ci avrei pensato di più; ma ho anche aggiunto che la sfida è talmente affascinante che alla fine avrei firmato lo stesso. Non dimentichiamo che venivo comunque da un 2010 abbastanza difficile, perché i miei avversari erano diventati più competitivi e io mi ero infortunato prima alla spalla e poi alla gamba. C’è comunque la fiducia di tornare a lottare per la vittoria”.

Ci rallegriamo per un distacco di “soli” sette decimi, ma in passato, una situazione simile l’avresti giudicata in termini molto negativi.
“Quando sei in una situazione un po’ difficile, devi risolvere i problemi uno alla volta: se in un GP prendi 30 secondi, non puoi pensare di poter trionfare in quello successivo. Per questo bisogna porsi degli obiettivi reali, ma è chiaro che non ci accontentiamo. Rispetto all’inizio, con la GP11.1 abbiamo risolto un po’ di problemi, ma ancora non basta: non può essere questa la moto del 2012”.

Qual è l’obiettivo per domani?

“Non sono competitivo per vincere, perché Pedrosa, Lorenzo e Stoner vanno troppo forte per noi. Ma se sistemiamo un paio di cose, ce la possiamo giocare con il secondo gruppo”.


Fonte
Moto.it

_________________

L'amore è più grande se la tua compagna non è perfetta
Cecca E.T.P.R. "The Moderator"
L'Ente è FurEnte
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/#!/profile.php?id=727994496
Cecca
"The Moderator"
avatar

Messaggi : 2652
Data d'iscrizione : 13.03.10
Età : 39
Località : Forlì

MessaggioTitolo: Re: MotoGP: Round 11 - Cardion ab Grand Prix Ceské republiky   Lun Ago 15 2011, 07:37

Stoner sbanca Brno e tenta la fuga!
Pedrosa cade, ma Dovizioso e Simoncelli (primo podio) gli coprono le spalle. Lorenzo finisce a -32




Nelle ultime settimane ci si era interrogati molto riguardo alla gestione che la Honda avrebbe dovuto attuare all'interno della sua squadra ufficiale. La domanda che tutti si facevano era: Dani Pedrosa deve essere lasciato libero di lottare per la vittoria o deve aiutare Casey Stoner.

Oggi a Brno ci ha pensato direttamente lo spagnolo a risolvere il problema, stendendosi dopo appena tre giri, quando sembrava avere un ritmo insostenibile per il resto del gruppo e spianando la strada verso la sesta vittoria stagionale all'australiano.

Stoner però si è ampiamente meritato questo successo per quello che ha fatto vedere in pista: solo a tre giri dalla fine ha infatti iniziato a girare sopra all'1'58", dopo aver viaggiato al di sotto di questa soglia per la maggior parte della distanza. Un passo che gli ha consentito di costruirsi un margine di quasi 10" sugli inseguitori.

E in casa Honda oggi sono riusciti tutti ad aiutarlo a loro modo, visto che il podio è completato da Andrea Dovizioso e Marco Simoncelli, che sono riusciti ad inserirsi davanti a Jorge Lorenzo. Il Dovi forse ha perso un po' troppo tempo dietro allo spagnolo nella parte centrale della corsa, ma poi è andato perentoriamente a staccare il resto del trenino per prendersi un ottimo secondo posto.

Per assurdo, Simoncelli invece è riuscito a conquistare il suo primo podio nella classe regina proprio nella gara in cui aveva convinto meno in qualifica. In gara però "SuperSic" è stato molto determinato ed ha evitato errori meritandosi il tanto agoniato gradino più basso del podio.

Solo quarto Lorenzo, la cui Yamaha è parsa decisamente meno guidabile rispetto al solito, soprattutto nella parte centrale della corsa, nella quale ha anche rischiato di cadere almeno un paio di volte. Il campione del mondo in carica era uno dei pochi che montava una gomma morbida all'anteriore, ma è difficile che i suoi problemi possano essere riducibili solo a questo.

La top five è poi completata da Ben Spies, arrivato vicinissimo al compagno di squadra nonostante il problema fisico al braccio sinistro che lo ha tormentato per tutto il weekend. Sempre sesto Valentino Rossi, che però questa volta può essere tutto sommato soddisfatto della sua corsa.

Dopo un avvio non troppo esaltante, infatti, la sua Desmosedici gli ha consentito di prendere un ritmo simile a quello dei piloti che lo precedevano. Non a caso, fino a pochi giri dal termine era parso in grado di provare ad infastidire Spies. Sfortunato, infine, Alvaro Bautista, scivolato mentre viaggiava nella scia di Rossi e girava su tempi migliori rispetto al trenino che lo precedeva.

Per quanto riguarda la classifica iridata, la fuga di Stoner diventa sempre più solitaria, visto che il vantaggio nei confronti di Lorenzo aumenta a ben 32 lunghezze. Un distacco che comincia ad essere importante, specie se la Yamaha non riuscirà a reagire prontamente, regalandogli degli aggiornamenti per la sua M1.





Fonte
Omnicorse.it

_________________

L'amore è più grande se la tua compagna non è perfetta
Cecca E.T.P.R. "The Moderator"
L'Ente è FurEnte
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/#!/profile.php?id=727994496
Cecca
"The Moderator"
avatar

Messaggi : 2652
Data d'iscrizione : 13.03.10
Età : 39
Località : Forlì

MessaggioTitolo: Re: MotoGP: Round 11 - Cardion ab Grand Prix Ceské republiky   Lun Ago 15 2011, 08:25

I commenti dei protagonisti

Casey Stoner - 1° -
“Sapevamo di poterci giocare il podio, ma non ci aspettavamo la vittoria. All’inizio ho fatto una bella battaglia con Andrea che mi ha fatto perdere un po’ di tempo e temere che Jorge e Dani se ne potessero andare. Al secondo giro l’ho passato e mi sono reso conto di essere sufficientemente veloce per riprenderli. Ho superato prima Lorenzo, poi sfortunatamente Dani è caduto, così ho iniziato a spingere per vedere se riuscivo a crearmi un margine per gestire la gara al meglio.

Ci sono riuscito abbastanza presto e ho amministrato la corsa. Mi dispiace per Dani, oggi sarebbe stata dura batterlo! Dopo un weekend complicato è fantastico vincere in questo modo. Desidero ringraziare il team che mi supporta senza mai mollare. Non c’è tempo per riposarsi, domani torneremo in pista per una giornata di test in sella alla mille, così speriamo che sia bel tempo”.

Andrea Dovizioso - 2° - “Sono contento di essere tornato sul podio, un bel risultato arrivato dopo un fine settimana difficile. Non solo, questo secondo posto è molto importante per il Campionato ed oggi abbiamo consolidato la terza posizione. Questa mattina nel warm up abbiamo fatto delle piccole modifiche che mi hanno permesso di migliorare il feeling con la moto. Ho fatto una bellissima partenza dalla settima posizione. Nei primi giri ho cercato di non essere troppo aggressivo per risparmiare le gomme. Avevo un buon passo così, quando mi sono trovato in seconda posizione, ho cercato di spingere per non far scappare Casey, ma ho commesso un errore alla curva 13 e quasi andavo fuori pista. Da quel momento Casey è stato imprendibile. Sono soddisfatto di come ho gestito la gara con Lorenzo prima e Simoncelli poi per la seconda posizione. Negli ultimi 5 giri avevo un po’ di margine e ho girato sotto 1’58 per staccare Marco perché non volevo trovarmi ad un corpo a corpo nelle ultime curve. Oggi abbiamo dimostrato ancora una volta che in gara ci siamo. Volevo veramente questo podio per voltar pagina dopo Laguna e non vedo l’ora di correre a Indianapolis fra due settimane”.

Marco Simoncelli - 3° - “Sono contentissimo! Dall’inizio dell’anno sono sempre andato fortissimo ma è sempre stata dura perché ho attraversato molti momenti difficili però io ed il mio Team ci abbiamo sempre creduto e non abbiamo mai mollato la presa. Alla fine è arrivato questo risultato e voglio ringraziare il mio Team, la Honda e tutti quelli che mi hanno sostenuto. Oggi negli ultimi giri speravo solo che finisse la gara e che non succedesse niente ed è andata bene. Sono felicisssimo! Mi sono anche divertito all’inizio quando per una partenza non felice ho dovuto passare Valentino, per tre curve abbiamo lottato e sulla mia tutta ci sono anche i segni della sua ruota. E’ stato bello una battaglia vera anche se è durata poco. Alla fine ho cercato di attaccare Dovizioso ma lui spingeva forte ed a quel punto ho preferito puntare al risultato e guardarmi le spalle perché Lorenzo stava recuperando“.

Jorge Lorenzo - 4° - “Il pneumatico anteriore che abbiamo scelto non era l’opzione migliore oggi. L’abbiamo provata in qualifica e ieri mattina e mi ha dato un buon feeling e un ritmo molto costante. Oggi invece, con le diverse condizioni di temperatura non funzionava. Dalsecondo giro in poi sono andato parecchio vicino a sbattere per terra. Il campionato ora è ancora più difficile per noi, ma questo non significa che sia finito. Ci sono ancora molti punti da giocare per così tanto dobbiamo concentrarci per vincere più gare possibili. Non vedo l’ora di provare domani sia la moto 1000 dell’anno prossimo sia dei miglioramenti al motore dell’attuale 800“.

Ben Spies - 5° - “E’ stata una gara difficile, avrei smesso dopo il nono giro! Ho tirato più forte che potevo e non ho fatto grossi errori. Ho solo pensato a tener dietro Valentino e portare punti preziosi per il campionato. Ora però il mio braccio destro è completamente esausto per lo stress e la fatica della gara. Ancora una volta devo ringraziare il team, la moto era sicuramente da podio. Un grazie di cuore anche ai ragazzi della Clinica Mobile che mi hanno seguito ogni giorno: fisicamente è stata la gara più difficile che abbia mai fatto!“.

Valentino Rossi - 6° - “Siamo contenti, abbiamo fatto un passo in avanti. Con alcune piccole modifiche siamo riusciti ad ottenere un buon risultato, migliorando sia sul bagnato sia sull’asciutto così come in qualifica e in gara. Adesso in frenata e in entrata posso guidare meglio la moto e posso utilizzare meglio la gomma davanti. Eravamo partiti con l’obiettivo di lottare con il gruppetto davanti, purtroppo abbiamo fatto un errore con la procedura di partenza per scaldare le gomme e i primi due giri sono stati difficili perché non avevo abbastanza grip. Inoltre non ho fatto una gran partenza che sarebbe stata importante per stare lì, con gli altri.

E’ un sesto posto ma comunque un sesto posto molto più importante di altri risultati. Il distacco è diminuito molto. Tra l’altro ho “mollato” negli ultimi due giri perché non c’era più niente da fare altrimenti sarebbe stato sotto i dieci secondi da Stoner e molto meno dal podio. Adesso dobbiamo concentrarci e fare un altro passo in avanti. Vorrei infine fare i complimenti al “Sic” per il podio che si è meritato non solo per la gara di oggi ma anche per quello che ha dimostrato durante questa stagione”.

Dani Pedrosa - “E’ stato un vero peccato, ho perso il davanti e sono caduto. Non stavo neanche spingendo troppo, ero in testa e forse ho piegato un po’ troppo la moto, forse le gomme non erano ancora andate a temperatura, non lo so ancora. Il problema è che abbiamo buttato via una gara importante a cui siamo arrivati molto preparati. Ringrazio il team perché la moto funzionava davvero bene e mi dispiace per questo errore. Avevamo lavorato bene ed eravamo pronti. Dispiace perché eravamo veloci e il passo gara oggi è stato più lento che in prova. Domani spero di poter girare almeno un paio d’ore sull’asciutto. Non vedo l’ora di provare la mille perché non ero presente ai test di Jerez. Spero di fare delle buone prove”.

Fonte
Motoblog.it

_________________

L'amore è più grande se la tua compagna non è perfetta
Cecca E.T.P.R. "The Moderator"
L'Ente è FurEnte
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/#!/profile.php?id=727994496
Cecca
"The Moderator"
avatar

Messaggi : 2652
Data d'iscrizione : 13.03.10
Età : 39
Località : Forlì

MessaggioTitolo: Re: MotoGP: Round 11 - Cardion ab Grand Prix Ceské republiky   Mar Ago 23 2011, 13:02

lol! lol! lol! lol!





Champion Spirit Sta Minkia! Sta Minkia!


_________________

L'amore è più grande se la tua compagna non è perfetta
Cecca E.T.P.R. "The Moderator"
L'Ente è FurEnte
Tornare in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/#!/profile.php?id=727994496
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: MotoGP: Round 11 - Cardion ab Grand Prix Ceské republiky   

Tornare in alto Andare in basso
 
MotoGP: Round 11 - Cardion ab Grand Prix Ceské republiky
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Velázquez alla conquista di Parigi; Grand Palais; 25 marzo - 13 luglio 2015
» Anteprima Vienna Mozart Grand Symphony Edition
» Statuto del Gran Ciambellano e del Ciambellano Anziano
» LA TEORIA DELL'EVOLUZIONE
» Regolamenti della Repubblica Fiorentina

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Ente Tutela Pomponi Romagnoli :: Quello che ruota intorno all'Ente Tutela Pomponi Romagnoli :: Corse-
Andare verso: